Roccasecca dei Volsci
indirizzo

Provincia di Latina
Abitanti: 1.199
Superficie: 23,62 kmq
Altitudine: 376 m s.l.m.
Denominazione abitanti: Roccaseccani
Festa patronale: San Massimo

Si narra che dopo la distruzione della Privernum romana una parte degli abitanti fuggiaschi si sia ritirata sul vicino colle “Castrum Crucis”, formando il primo nucleo dell’odierno abitato di Roccasecca dei Volsci. Nel 1125 nella Cronaca di Fossanova troviamo menzionato il castello di Roccasecca fra quelli sottomessi da Onorio II, le cui truppe la distrussero una prima volta. Appartenne poi alla famiglia Frangipane e nel secolo XIII passò ai potenti de Ceccano. Nel 1495 fu distrutta una seconda volta dai soldati di Carlo VIII. Nel 1536 i Conti vendettero Roccasecca ai Carafa, i quali dopo appena due anni la rivendettero ai Massimo. Dopo qualche secolo di relativa tranquillità, i Massimo vendettero Roccasecca nel 1761 al marchese Angelo Gabrielli, a cui restò fino alla generale soppressione dei feudi.
Le sue origini medioevali sono chiaramente impresse nel tessuto urbanistico, che segue la tradizione insediativa classica: strade strette e case ordinate di architettura povera mantengono alcune strutture ed elementi decorativi medievali (portali, cortili, cimase) addossate per formare uno schieramento difensivo compatto. Verso l’alto, il fulcro del paese è rappresentato dalla Piazza Umberto I nella quale sorgono le chiese e il palazzo del signore feudale.

indirizzo 0773920326
indirizzo http://www.comune.roccaseccadeivolsci.lt.it