Museo storico virtuale di Norba
indirizzo Museo
indirizzo Via della Liberazione, Norma
indirizzo

Dal punto di vista archeologico, la visita di Norba si prospetta di grande interesse per l’imponenza delle sue fortificazioni in opera poligonale, tra le più grandiose che siano rimaste nell’Italia centrale e per l’eccezionale conservazione dell’impianto urbanistico alle quali si aggiunge la suggestione e la solitudine del luogo straordinariamente intatto.
La città infatti si conserva integralmente, senza alcuna sovrapposizione eccessiva, a circa un chilometro di distanza dalla vecchia Norma, sorta nel Medioevo dopo l’abbandono della città romana. Per la tutela, la fruizione e la valorizzazione di questo importante patrimonio archeologico e culturale sono stati creati, grazie al contributo della Comunità Economica Europea e della Regione Lazio, il Parco archeologico e il Museo storico virtuale di Norba. Il Museo, intende illustrare la vita e la storia dell’antica città di Norba e proporre la ricostruzione di una città romana di epoca repubblicana.
Quattro postazioni interattive consentono di approfondire aspetti della vita antica (cucina romana), dell’architettura (le costruzioni in opera poligonale), della religione (il deposito votivo del tempio di Giunone) ed infine di “interrogare” la pianta di Norba, per approfondire la conoscenza secondo temi funzionali o per condurne una visita virtuale, passando dalla realtà attuale alla ricostruzione dei luoghi nell’antichità.
Attraverso questo imponente e modernissimo apparato il Museo si apre ad una dimensione culturale più vasta: non solo museo della città di Norba, ma spunto per la conoscenza delle antiche città romane di epoca repubblicana, della vita che vi si conduceva, del livello culturale, sociale, dell’architettura ed urbanistica.
A questo scopo rispondono anche le ricostruzioni appositamente eseguite nel Museo (tra le quali si segnala quella di una cucina romana, una parte di stanza di abitazione con parete dipinta, modellini di carri di trasporto, una grande cisterna a forma ogivale) ed i numerosi grafici esplicativi. Nel piano seminterrato del Museo è stato restaurato e reso accessibile un magazzino settecentesco di conservazione dell’olio, con suggestivi scorci dipinti, ancora al loro posto in banconi lungo le pareti: esso costituisce un’importante testimonianza di “archeologia” moderna e una ulteriore attrazione per la visita.

indirizzo

Chiuso: lunedi
Martedì 09:00/12:00
Mercoledì, Giovedi e Venerdi 09:00/12:30
Sabato e Domenica 09:00/12:00 - 15:00/18:00

Ingresso:
Ridotto € 1,50
Intero € 2,50
Integrato (libro guida) € 4,50

indirizzo 0773353806