Cattedrale di Santa Maria Annunziata
indirizzo Chiesa
indirizzo Piazza Giovanni XXIII, Priverno
indirizzo

Fu consacrata nel 1183 da papa Lucio III, dell’impianto medievale della chiesa ne rimane solo l’abside. La facciata, pur se ampiamente rimaneggiata, presenta ancora un portico duecentesco a tre arcate, che insistono su due pilastri con semicolonnine addossate, poggianti su leoni stilofori. Quella centrale è caratterizzata da un arco a tutto sesto, mentre le due laterali da archi a sesto acuto. La parte superiore della facciata fu interamente rimaneggiata nel XVIII secolo, realizzando un corpo centrale delimitato da due lesene con al centro un rosone privo di raggera, coronandola con un frontone semilunato, senza ornamenti architettonici.
L’interno è stato completamente rivisto nel XVIII secolo ed è formato da tre navate con dieci cappelle laterali nelle quali sono conservati una tela raffigurante il Battesimo di Cristo (XVI secolo), una tavola lignea con l’immagine della Madonna di Mezzagosto (XV secolo), una scultura lignea del Cristo morto (XVII secolo) e le reliquie di san Tommaso d’Aquino. Attribuito allo scultore Giuseppe Baccari, nel Cappellone si può ammirare un crocifisso ligneo a grandezza naturale di gusto barocco. Sempre nel Cappellone è presente un coro ligneo di Fortunato Baccari. Dello stesso artista sono anche il pulpito, mentre il coro dell’abside è del tedesco Vuth.
Nella navata centrale sono raffigurati cinque episodi del Vecchio Testamento e dell’Assunzione della Vergine.