Area archeologica di Privernum
indirizzo Luogo di interesse naturalistico
indirizzo Località Mezzagosto, SS 156 dei monti Lepini, km 28,200 (bivio per Maenza), Priverno
indirizzo

L’intera area, limitata da un tratto di mura urbane, conserva edifici che ci narrano la storia della colonia, dalla sua fondazione (II sec. a.C.) fino al suo abbandono (XII-XIII sec. d.C.). Interessanti sono le abitazioni di epoca repubblicana, le quali presentano complessi pavimenti a mosaico e importanti planimetrie incentrate su atri e peristili. Ancora ben visibile è un edificio termale realizzato oltre il II secolo d.C. sui resti di una precedente “domus”. Le terme ancora conservano tutti gli impianti necessari al loro ottimale funzionamento. Altrettanto interessante è la “domus” dell’Emblema Figurato, raffinata e ricca, le cui stanze conservano mosaici geometrici di ottima fattura. Da non mancare la visita alla domus della Soglia Nilotica. La presenza di un teatro su cui si sta procedendo con scavi sistematici e di una strada in cocciopesto, testimoniano l’importanza di Privernum.
Proprio vicino al centro visitatori sono venuti alla luce i resti di una cattedrale medievale, che è stata in vita fino al XIII secolo.

indirizzo

Visitabile su prenotazione